• Pubblicata il:
  • Autore: BOB 54
  • Categoria: Racconti gay
  • Pubblicata il:
  • Autore: BOB 54
  • Categoria: Racconti gay

TAXI DRIVER – Porto Torres (SS) – 1^ parte

Nel 1976 avevo 22 anni e facevo il taxista a Porto Torres (SS). Era un sabato mattina e le strade erano vuote. Mentre stavo in piedi appoggiato al taxi nella vecchia stazione ferroviaria di Ponte Romano (allora c'era solo quella), fui avvicinato da un piccolo gentiluomo che cominciò a chiacchierare di punto in bianco. 
- Buongiorno! Mi può portare nella zona del porto? Sa, a volte incontro dei marinai e ci divertiamo un po'. Di solito faccio loro dei regali. Le interessa?
Sorrisi e dissi di no, ma lo portai ugualmente a destinazione, mi ringraziò e, oltre alla tariffa, una bella mancia mi lasciò.
Dopo circa un anno, proprio in via Mare (zona del porto) due uomini videro il mio taxi e fecero cenno di fermarmi.
Mi fermai e dentro salirono due uomini. Uno era un ragazzo alto di circa la mia età, e l'altro un ometto basso e leggermente grassoccio. Era una faccia conosciuta, ma non sapevo perché. Trasportavo decine decine di persone a settimana, quindi vedere una faccia vagamente familiare non era raro.
Mi disse che volevano andare all'hotel Libyssonis e di fare con comodo. Questo era nuovo per me, anzi la maggior parte dei clienti ha fretta e vuole che tu arrivi nel modo più veloce ed economico possibile.
Comunque, dopo un minuto, dallo specchietto li vidi bisbigliare e poi sentii il rumore di qualcuno che strofinava energicamente, come se sfregasse le mani sui pantaloni. Non prestai troppa attenzione perchè guidando stavo. Dopo un altro minuto notai che erano seduti più vicini. Rivedendo la faccia dell'ometto mi si accese la memoria.
Era lo stesso gay di un anno prima, vicino alla stazione. Alzò gli occhi, guardò il mio nome sulla licenza di trasporto esposta, capì che sapevo cosa stavano facendo. Mi chiamò per nome e disse:
- Gentile Sig. Roberto, posso farle una domanda? La disturba se io e il mio amico ci facciamo delle coccole?
Ho risposto che qualunque cosa fosse successa nella parte posteriore non era affare mio, e li portati con calma di fronte all'hotel.
CONTINUA

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!