• Pubblicata il:
  • Autore: PENELOPE
  • Categoria: Racconti orge
  • Pubblicata il:
  • Autore: PENELOPE
  • Categoria: Racconti orge

GIOVANI WEB SEXY GIRLS – 3° tempo

- Ecco le regole... voi ragazzi dovete allinearvi, noi ragazze dobbiamo metterci nude e lanciare una moneta per vedere in quale ordine ci inginocchieremo di fronte ai vostri piselli, poi vi abbasseremo pantaloni e mutande, vi spompineremo per due minuti esatti e questo cronometro digitale squillerà. A quel punto ognuna di noi dovrà spostarsi al boy successivo verso destra o ricominciare da sinistra. Il primo che sborra è il perdente e deve scontare la penitenza di andare con la girl nella mia camera da letto e riuscire a farle raggiungere due orgasmi in 30 minuti. Non importa in che modo, masturbazione, sesso orale, penetrazione, ecc. Ma in caso non ci riesca sarà molestato da tutte noi per un'ora. Tutti d'accordo?
Mattia non era molto convinto, era il più sfigato dei tre e, nonostante fosse il più bello, non aveva molta esperienza e si vociferava fosse gay. Forse alla fine è rimasto proprio per questo, per dimostrare a tutti che gli piacevano le donne.
Io ero pronta, ma nervosa da morire. I ragazzi si sono girati e si sono messi in fila da sinistra a destra con Mattia, Corrado e Jason. Quindi noi ci siamo spogliate, abbiamo lanciato la moneta e l'ordine di partenza è stato Tiziana, Carlotta e Penelope (io). Abbiamo slacciato i pantaloni dei boys e il cuore mi batteva forte e praticamente tremavo mentre sbottonavo i jeans di Jason, abbassavo la cerniera e li facevo scivolare fino alle ginocchia (un conto è fare la web girl da sola in camera, un altro è fare sesso dal vivo). Aveva dei boxer bianchi e potevo già vedere la sagoma del suo uccello. All'improvviso, Tiziana ha gridato:
- ProntI?.... UNO, DUE, TRE... VIAAAA!
Ho allungato la mano sinistra, tirando verso il cazzo verso l'alto, l'ho puntato contro il mio viso e l'ho preso in bocca. La sensazione era così strana ed erotica: era morbido, liscio, caldo e quasi all'istante lo sentivo gonfiarsi in bocca mentre diventava sempre più duro. Non sapevo esattamente cosa fare, quindi l'ho semplicemente succhiato e leccato come un ghiacciolo. Tutto quello che sentivo sono stati i rumori intorno a me e con la stessa velocità con cui tutto ha avuto inizio, il timer è squillato. Ci siamo tutte tolte i cazzi dalla bocca dai cazzi, i ragazzi si sorridevano l'un l'altro e noi ragazze ci siamo velocemente spostate verso destra. Ora mi sono ritrovata a fissare il pacco di Mattia ed era considerevolmente più grosso. Il segnale acustico è stato re-impostato e siamo partite per il secondo round.
CONTINUA

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!